Se dovessi scoprire che il tuo coniuge è infedele, è sicuramente spiacevole Ma si tratta di un aspetto fondamentale in caso di separazione o divorzio.

Infedeltà coniugale: perché è utile dimostrarla

Infatti, dimostrare l’infedeltà coniugale è la prima condizione per poter richiedere la cosiddetta separazione con addebito per tradimento. Inoltre, Rivolgendosi a un valido investigatore privato Milano esperto in infedeltà coniugale, è possibile ottenere delle condizioni migliori soprattutto dal punto di vista economico.

Che cosa comporta l’infedeltà coniugale

Dal punto di vista giuridico, la pronuncia di addebito per infedeltà coniugale comporta diverse conseguenze tra cui la perdita del diritto al mantenimento e del diritto all’assistenza previdenziale.

È possibile fare richiesta di addebito solo nel caso di separazione giudiziale cioè quando ti si presenta davanti a un giudice perché decida i vari aspetti della separazione. Il giudice può ritenere che abbia causato la fine del rapporto e che sia necessaria una diversa modalità per quantificare l’assegno. Per il coniuge fedifrago, possono cambiare anche i diritti successori.

Che cosa si intende per fedeltà

Quando si entra nel perimetro legale, i concetti che comunemente hanno delle accezioni, possono leggermente variare. Occorre quindi capire che cosa intenda la legge quando si parla di fedeltà.

Negli ultimi anni il concetto di fedeltà è stato molto rivisto dalla giurisprudenza, soprattutto per adattarsi ai più moderni mezzi di comunicazione. Infatti, il concetto è stato ampliato per includere anche relazioni extraconiugali di tipo virtuali che cioè sono portate avanti tramite la rete internet. In questo modo, ampliando il concetto di infedeltà, si ottiene anche una maggiore possibilità di veder riconoscere l’addebito delle spese di separazione.

Dopo tutto, si parla di fedeltà come un impegno di ambo i coniugi nel non tradire la fiducia reciproca e non tradire il rapporto, sia fisico che spirituale, tra i due.

In sostanza, secondo i giudici che si sono espressi in materia negli ultimi anni, il dovere di fedeltà si traduce anche nel non subire un danno morale per colpa della condotta dell’altro.

 

Di Grey