Può succedere a chiunque di ritrovarsi con il rubinetto che non eroga acqua calda. È un guasto molto comune che ricorre moltissime volte. Occorre quindi sapere quali sono la cause più comuni di tale problema affinché si possa risolvere il prima possibile e tornare alla normalità.

Pressione della caldaia insufficiente

Quando non esce più acqua calda dal rubinetto è facile che il problema riguardi la pressione della caldaia. Se la pressione della caldaia è troppo bassa, cioè al di sotto del livello minimo di un bar è facile che il rubinetto impieghi diverso tempo per erogare l’acqua calda. In altri casi, quando la pressione è davvero molto bassa, l’acqua calda non esce affatto. Succede perché l’acqua in ingresso nella caldaia non ha la pressione sufficiente per accendere la fiamma pilota.

Di solito, è sufficiente alzare la pressione per risolvere il problema. Basta introdurre nuova acqua nel circuito per far ripartire la caldaia. Se il problema dovesse ripresentarsi spesso, conviene rivolgersi a un valido tecnico che individua la causa del malfunzionamento. Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.assistenzacaldaieariston-roma.com

Caldaia da pulire

Quando non esce acqua calda dal rubinetto conviene controllare anche quando è stata fatta l’ultima pulizia del dispositivo. Di norma, sarebbe opportuno pulire la caldaia e le sua parti interne almeno una volta l’anno per evitare ogni genere di guasto e problematica in futuro che rappresentano un disagio no da poco.

Se la caldaia è sporca, un deposito di sporcizia formato da fuliggine , polvere, incrostazioni, impurità e calcare può impedire il corretto funzionamento dei componenti interni della caldaia. Se il bruciatore, la fiamma pilota, lo scambiatore di calore, le valvole ed elettrovalvole fossero ostruite è facile che la produzione di acqua calda venga interrotta e impedita.

Una accurata pulizia della caldaia svolta da un valido investigatore privato risolve il problema in meno che non si dica. La sporcizia va rimossa puntualmente altrimenti sedimenta e corrode i componenti che poi vanno cambiati, con una spesa non da poco, soprattutto quando si tratta dello scambiatore di calore.

Di Grey