La separazione e il divorzio sono due istituti giuridici diversi con diverse differenze da conoscere meglio. Purtroppo, alcuni li usano come sinonimi, sebbene siano molto diversi dal punto di vista giuridico, occorre quindi fare un po’ il punto della situazione. Per fare chiarezza, parliamo delle caratteristiche delle due soluzioni che spesso si verificano in seguito all’infedeltà coniugale. Ci contraiamo su aspetti cruciali, a iniziare dalle tempistiche e dagli effetti che produce.

Separazione: che cosa prevede

La separazione è un istituto temporaneo, che sospende gli effetti del matrimonio come la convivenza. Cessati i tre anni della sentenza di separazione, i due coniugi devono decidere se riconciliarsi oppure divorziare. Lo stato di coniuge, cioè la dicitura moglie e marito, è quindi mantenuto durante la separazione.

La separazione ha degli effetti personali patrimoniali tra moglie e marito. Ad esempio, si scioglie la comunione dei beni e dei diritti di successione. Occorre stabilire diritto al mantenimento per l’ex coniuge, assegnazione del tetto familiare, affidamento e manutenzione della prole.

Molte persone chiedono delle investigazioni private per scoprire se il coniuge  è stato infedele perché può costituire un aspetto importante, infatti, è spesso la causa non solo della separazione o del divorzio. Inoltre, può determinare l’addebito delle spese di separazione se si riesce a dimostrare che effettivamente il tradimento è causa del deterioramento del rapporto. Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.investigatoreprivatofrosinone.it

Il divorzio: le caratteristiche principali

Invece, il divorzio è definitivo. Scioglie sia il matrimonio civile che quello religioso. Non viene mantenuto quindi il termine di marito, moglie o coniuge. Dopo il divorzio si può contrarre un nuovo matrimonio. Se l’ex moglie aveva preso il cognome del marito, dopo il divorzio lo perde.

Con la sentenza di divorzio si devono stabilire aspetti fondamentali, a partire dalle questioni patrimoniali. Inoltre, bisogna stabilire a chi dei due ex coniugi spetti la casa familiare. Altro capitolo riguarda poi affidamento e gestione degli eventuali figli della coppia, soprattutto minorenni ma anche per i maggiorenni non economicamente indipendente ed è ancora a carico dei genitori.

Di Grey